siete qui:

SMART WORKING E IL LAVORO CHE VERRA' intervista a Fabrizio Pierini, HSD Division General Manager, al magazine Industrie 4.0



































Hsd Mechatronics, Rold, Toyota Motors, Takeda Group, Plasson, Cmb e Youthquake: come alcune pmi hanno affrontato lo smart working forzato nei primi mesi della pandemia e come proseguono ora, con uno sguardo al futuro del lavoro che non sarà più lo stesso, perché “ibrido”.

“Credo proprio che con lo smart office, come concezione di lavoro, siamo solo all’inizio di una reale trasformazione del modo di gestire il tempo e le risorse, con la possibilità di un più soddisfacente work-life balance. Per me lo smart office è una opportunità da conoscere, sperimentare e consolidare” commenta Fabrizio Pierini, Ceo Hsd Mechatronics “Proprio le pmi come noi possono fare da beta test per questo nuovo modo di concepire l’attività lavorativa, grazie a una maggiore velocità di reazione e adattamento rispetto alle grandi imprese. Certo, a condizione che il management abbia una mentalità innovativa e uno stile di leadership più orientato alla guida che al controllo e purché tenga accesa “l’azienda virtuale”. Per una più rapida diffusione di una mentalità e comportamenti digitali, credo sia efficace il “reverse mentoring” da parte delle nuove generazioni verso i colleghi senior, come stiamo sperimentando noi con successo»

Per Hsd il New Normal è già iniziato!

Fonte: Industrie 4.0